Regione Veneto

Apertura termini per richieste di riclassificazione urbanistica di aree edificabili a inedificabili (Varianti Verdi)

Pubblicata il 31/03/2021

I cittadini interessati che, in base all’art. 7 della Legge Regionale n. 4 del 16/03/2015, è possibile presentare richiesta per privare della capacità edificatoria e rendere inedificabili aree riconosciute edificabili dal vigente strumento urbanistico.

La richiesta, redatta sull’apposita modulistica predisposta e reperibile sin allegato, dovrà essere:
  • presentata e sottoscritta da tutti i proprietari dell’immobile di cui si chiede l’inedificabilità;
  • completa almeno delle generalità, della residenza, del Codice Fiscale e di un recapito telefonico di ogni richiedente;
  • completa dell’individuazione catastale del bene (comune censuario, sezione, foglio, particella/mappale);
  • presentata in formato cartaceo all’Ufficio Protocollo del Comune di Pieve di Soligo in alternativa, in formato elettronico tramite Posta Elettronica Certificata all’indirizzo: protocollo.comune.refrontolo.tv@pecveneto.it.
entro le ore 12,30 del giorno 30 aprile 2021

Eventuali richieste oltre tale termine non saranno valutate, ma potranno essere ripresentate alla pubblicazione di un nuovo avviso in base all'art. 7 L.R. 4/2015.

Entro sessanta giorni dalla scadenza indicata, il Comune valuterà le domande e, qualora ritenga le stesse coerenti con le finalità di limitare il consumo del suolo, le accoglierà con apposita variante allo Strumento Urbanistico. Nella valutazione:
  • saranno privilegiate le istanze che interessano aree marginali o di frangia rispetto il consolidato urbanistico e le zone di tutela ambientale o affini;
  • l'eventuale accoglimento dell'istanza avverrà prioritariamente in sede di approvazione del Piano degli Interventi o, qualora ciò non fosse possibile, mediante approvazione di apposita variante allo stesso, secondo la procedura di cui all’articolo 18, commi da 2 a 6, della legge regionale 23 aprile 2004 n.11;
  • le aree da riclassificare saranno valutate rispetto alla loro estensione, la coerenza rispetto al contesto urbanistico di inserimento, la presenza di opere di urbanizzazione, ecc.;
  • non dovranno precludere o pregiudicare lo sviluppo di aree contigue, siano esse edificabili, destinate a servizi o ad altre funzioni urbanisticamente rilevanti;
  • le aree dovranno essere dotate di autonoma edificabilità, escludendo le aree di pertinenza di fatto degli edifici esistenti e/o la superficie fondiaria del lotto ad esso corrispondente;
  • non dovranno generare interruzioni della continuità morfologica di zone edificabili, in particolare lungo le strade.

L’eventuale futura richiesta di ripristino parziale o totale dell’edificabilità sarà assoggettato a nuova verifica di opportunità urbanistica ed alle normative vigenti al momento della richiesta stessa (attualmente perequazione).

Per qualsiasi informazione rivolgersi all’Ufficio Edilizia ed Urbanistica – Arch. Natale Grotto 0438/985331, email: edilizia@comunepievedisoligo.it

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Avviso varianti verdi 2021.pdf 503.55 KB
Allegato Fac_simile_richiesta.pdf 415.48 KB

Categorie URBANISTICA

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto